ADHD: il deficit di iperattività nei bambini

Adorable 3 year old boy covered in bright paint.I disturbi da deficit di attenzione / iperattività, noto anche come ADHD è un disturbo particolare dell’autocontrollo. Esso comprende difficoltà di concentrazione e di attenzione, del livello di attività e di controllo degli impulsi. Tutti problemi questi che derivano soprattutto dall’incapacità da parte del bambino di di regolare il suo comportamento in funzione del tempo, delle richieste dell’ambiente e degli obiettivi da raggiungere. E’ importante sottolineare come l’ADHD non rappresenti una fase normale della crescita che un bambino deve superare e neppure il semplice risultato di discipline educative poco efficaci, o ancor meno un problema derivante dalla cattiveria del bambino. Si tratta invece di un problema serio, che coinvolge il bambino, la famiglia e la scuola seminando di ostacoli il terreno che porta al raggiungimento degli obiettivi. Genera naturalmente stress e sconforto sia nei genitori che negli insegnanti, i quali quotidianamente si trovano a confrontarsi col comportamento del bambino, trovandosi nella maggior parte dei casi impreparati.

E sono i genitori per primi a rendersi conto che se da un lato appare fondamentale far di tutto al fine di gestire i comportamenti dei loro figli, dall’altro diventa irrinunciabile far comprendere agli altri quali siano realmente le motivazioni dell’iperattività. E’ importante che tutti coloro che si trovano ad interagire con bambini affetti da ADHD, comprendano fin da subito perché il bambino assume ceti comportamenti e mettano da parte accuse che altro non fanno che ferire il genitore già stressato e molto preoccupato per la situazione.

In primo luogo è fondamentale capire se il bambino realmente soffre di Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività; potrebbe infatti trattarsi di semplice irrequietezza oppure distrazione. Solo uno specialista è in grado di definire con esattezza il problema ed indirizzare al meglio i genitori.

Un esperto in logopedia valuta e cura a domicilio i deficit cognitivi, offrendo trattamenti logopedici che si rivolgono non solo ai bambini ma anche a persone in età adulta e geriatrica. Il professionista si avvale della consulenza di esperti e professionisti del settore, che a domicilio, sapranno consigliare il miglior percorso da intraprendere. Venticinque anni di esperienza , fanno si che il lavoro del logopedista oggi sempre più apprezzato anche tra i colleghi, i quali possono partecipare attivamente ai corsi e gli incontri divulgativi che trattano i problemi della voce. Completano il servizio i percorsi destinati a tutte le scuole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *