Gli effetti dello stress sulla bellezza e sul corpo

Che lo stress attivi dei processi infiammatori è risaputo. Che sia dannoso per il funzionamento di cuore e cervello pure, così come mette in crisi i muscoli e le articolazioni e abbia effetti deprimenti sull’umore. Ma purtroppo questo nemico supremo, che spesso viene sottovalutato, lascia notevoli segni anche sul corpo, riducendo oltre al benessere anche la nostra bellezza, avendo effetti visibili sul corpo che inducono altro stress, entrando in un pericoloso circolo vizioso che spesso può portare alla depressione. Eccone alcuni.

Macchie sul viso ed eruzioni cutanee – la risposta ormonale allo stress è la produzione di più cortisolo, conosciuto appunto come ormone dello stress. Questo costringe il corpo a secernere più androgeni, aumentando la produzione di sebo. Come effetto diretto oltre alla forfora, praticamente il meno importante, c’è la comparsa di eruzioni sul viso, acne, pelle unta, i cui pori vengono ostruiti portando alla comparsa di punti neri e di brufoli.

Carnagione pallida – spesso ve ne potete rendere conto quando siete reduci da una settimana particolare di forte lavoro, pressione per gli esami o per i rapporti personali. La pelle è impallidita, slavata, debole e stanca. La colpa è della diminuzione del flusso del sangue, che conferisce all’epidermide il classico colore rosaceo. Il corpo sotto stress manda più sangue negli organi vitali, per una questione di sopravvivenza che si attiva, dato che si vive in uno stato di continuo “combatti e scappa”. Lo stress in sé non è una malattia, ma può portare ad aggravare condizioni già compromesse debilitando ulteriormente l’organismo. Per lo stesso motivo si perdono i capelli o essi diventano bianchi: perché c’è un apporto di sangue ridotto nelle periferie, nutrendo meno il bulbo pilifero che tende a indebolirsi e morire, lo stesso si può intendere per la sensazione di addormentamento delle dita.

Mal di testa – i muscoli del collo, dello scalpo e della faccia possono contrarsi fino a provocare dolore. Questi mal di testa sono molto fastidiosi e possono sfociare in autentico dolore. Ci si sente come presi in una morsa. Il dolore per alcune persone è così grave che devono pettinarsi con attenzione, passare lo shampoo con cautela. Lo stress influisce sui livelli di vitamina B6, importante per molti processi, la cui carenza può far insorgere altri problemi.

Dolori al corpo – come nel caso del mal di testa lo stress induce tensione muscolare, sia ha spesso irrigidimento, scarsa flessibilità. Il flusso di sangue tende a diminuire, lasciando i muscoli a corto di ossigeno necessario per ingrandirsi. Il risultato è mal di testa, mal di spalle, collo irrigidito, la mascella che si restringe, dolori alle gambe e alle braccia. Se poi si fa un lavoro sedentario, esso influisce sulla postura accentuando i problemi alla schiena e alla spina dorsale. Spesso intervengono disturbi di carattere gastrointestinale. In generale lo stress è responsabile di tutti quei dolori per i quali non c’è una causa diretta e che sembrano inspiegabili dopo anche ripetute e approfondite analisi.

Lo stress spesso è causato dal tipo di lavoro che si fa, spesso da situazioni nelle quali non ci si vorrebbe trovare e con le quali si fa fatica a venire a patti. Per non trovarsi in queste situazioni bisogna anzitutto accettarle e rispondere in modo sereno e adeguato, focalizzando la propria attenzione al tempo libero e imponendosi di ottenerlo, a costo di guadagnare di meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *