Lo zucchero e i denti, i danni tenuti nascosti dalle industrie del settore

Per decenni le grandi aziende produttrici di zucchero hanno lavorato con i responsabili governativi della salute per nascondere gli effetti del loro prodotto sulla salute dei denti. Tra le cause principali della carie e del deterioramento dell’apparato dentale lo zucchero è quello principale, ma le industrie di produzione e raffinazione degli zuccheri hanno lavorato fianco a fianco con i politici, in un’azione di lobbying, per non includere lo zucchero nel novero dei prodotti dannosi. A rivelarlo è uno scambio di documenti scoperto negli Stati Uniti. Un’associazione di imprese rappresentante 30 marchi internazionali dello zucchero, sapeva già dagli anni Cinquanta che lo zucchero era la causa principali dei guai ai denti, soprattutto la carie – immediatamente, quando gli studi divennero probanti, esse iniziarono a sviare l’attenzione, facendo pressione affinché i problemi dati dallo zucchero fossero tenuti nascosti a favore di motivi molto meno improbabili. Esse trovarono un alleato forte nella NIH, Istituto nazionale americano di sanità, in teoria l’organismo deputato a rilevare i danni per la nostra salute, che promosse uno studio che consigliava di non ridurre affatto l’apporto di zucchero semplice, perché non faceva bene.

Così, questi due organismi, benché a conoscenza dei danni prodotti dagli zuccheri all’apparato dentale, decisero di creare un programma alternativo, spinto e sponsorizzato dalle aziende produttrici di zucchero. Le aziende misero grandi liquidità per cercare cause alternative, come condizionare l’opinione pubblica sul fatto che potevano essere alcuni enzimi a provocare i danni alla placca e provocare il decadimento dello smalto. Allo stesso modo finanziarono pesantemente la ricerca di un presunto vaccino anti-carie. I rappresentanti delle industrie di zucchero ricoprirono posti rilevanti all’interno degli istituti di livello inferiore, dedicati esclusivamente alla cura dei denti, influenzando l’agenda delle iniziative e facendo da cassa di risonanza alle loro industrie. Queste tattiche ricordano molto le azioni di propaganda e pressione dell’industria del tabacco, che per decenni ha tentato di manipolare l’opinione pubblica sui danni provocati dal fumo di sigaretta. Sono stati ritrovati degli incartamenti segreti che confermano lo scambio di aiuti e l’alleanza tra settore privato e mele marce del settore pubblico. Oggi la carie è ancora una malattia cronica tra i bambini, si stima che circa metà di essi, a causa dell’alto consumo di dolci, ne sia affetta. Lo zucchero è direttamente collegato allo sviluppo di malattie vascolari e cardiache, al diabete e a malattie epatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *