Perché bisogna lavarsi i denti

Una delle raccomandazioni che da bambini riceviamo di più riguarda l’igiene orale. La salute dei denti è importante per due motivi: sanitario, in quanto un problema ai denti può estendersi al resto del corpo compromettendo la salute generale; estetico e psicologico, in quanto i denti fanno parte del sorriso, che è un’arma per comunicare meglio ed essere accettati. Ma vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se non vi lavaste i denti? E chi ha inventato lo spazzolino? E come si lavavano i denti prima che lo inventassero?

Se ti lavi due volte i denti al giorno sei nella media delle persone che hanno cura della propria igiene orale. Prendersi cura dei propri denti + importante. Oggi lo strumento più utilizzato per questo scopo è lo spazzolino. Uno strumento che si trova a un euro al supermercato ed è estremamente diffuso. Esistono anche gli spazzolini elettrici che hanno una testina rotante per aumentare l’azione di rimozione dei resti del cibo. Nei tempi passati, prima che lo inventassero, le persone usavano spesso delle foglie o dei rametti per sfregare i denti, spesso usavano la punta di un coltello per rimuovere i resti in mezzo, come noi oggi usiamo lo stuzzicadenti. Altre persone usavano un panna imbevuto di acqua salate, oppure sfregavano del bicarbonato di sodio direttamente sui denti con un effetto abrasivo. Come tante volte è accaduto spetta ai cinesi l’idea di aver attaccato una setola ruvida sulla parte posteriore di un osso di maiale o un rametto di bambù. Lo spazzolino, così concepito, inizia a diffondersi ovunque, ma non in modo rapido. In Europa, ad esempio, si aveva difficoltà a trovare una setola sufficientemente ruvida per rimuovere le impurità. Comunque all’inizio del secolo i materiali sintetici iniziarono a sostituire quelli naturali e le setole di nylon presero posto dei peli. Il primo spazzolino elettrico con testina rotante fu brevettato negli Stati Uniti intorno al 1960. Certo, pensare ad oggi e a come se li lavavano allora fa un po’ di sensazione.

Ma è sicuro che lo spazzolino è uno strumento di igiene quotidiana indispensabile. Ti aiuta a pulire i denti in modo pratico, e si può portare appresso ovunque si vada. Ma perché è tanto importante osservare una stretta igiene orale? Dopo aver mangiato gli zuccheri presenti nel cibo vengono aggrediti dai batteri. Questi trasformano le molecole di zucchero in sostanze acide che possono danneggiare il rivestimento esterno dei denti, chiamato smalto, dando vita a delle cavità (le carie). Se non ci si lava i denti regolarmente, i batteri possono formare un accumulo di pellicola trasparente e appiccicosa, chiamata placca batterica. Lavarsi regolarmente significa impedire tutto ciò. La placca può dar vita alla carie, che è la malattia più diffusa die denti, nonché alla gengivite (un’infiammazione del cavo orale) e provocare alito cattivo. Per evitare che ci si manifestino questi problemi – che trascurati possono dar luogo alla perdita dei denti e a compromettere la masticazione, oltre al danno estetico, è necessario lavarsi i denti dopo i pasti, soprattutto la sera prima di andare a letto e passare il filo interdentale ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *