Quali sono gli ormoni coinvolti nel dimagrimento

Una delle domande più comuni che le donne si pongono quando invecchiano è: “Se mangio bene e mi alleno, perché è così difficile perdere peso?” Potresti fare le stesse cose che hai sempre fatto, ma improvvisamente scopri che non è sufficiente per rimanere in forma. Il punto è che gli ormoni possono giocare un ruolo prevalente, soprattutto quando si arriva a una fase di premenopausa. Le domande classiche sono: gli estrogeni mi faranno prendere peso? L’aumento degli estrogeni dipende dal rapporto con il progesterone. Ma in realtà le donne devono avere a che fare con quattro ormoni che vengono coinvolti nel proprio peso forma: estrogeno, leptina, insulina e cortisolo.

Come gli ormoni influenzano il peso

I tuoi ormoni influenzano tante cose, dal tuo umore e livelli di energia così come il tuo peso. I valori ormonali fluttuano mensilmente, ma anche nel corso della nostra vita, come si passa dalla pubertà all’età adulta e poi in menopausa. Purtroppo, i nostri cambiamenti ormonali non vengono discussi molto nei media mainstream perché non sono argomenti che vorremmo sentire. Se notate che non avete delle risposte consequenziali rispetto ad alcune azioni riguardanti la perdita di peso, come diminuire le calorie e non vedere risultati, è possibile che via sia un forte squilibrio.

Estrogeno

L’estrogeno è l’ormone responsabile dello sviluppo delle caratteristiche sessuali femminili (seno e fianchi). C’è un interessante collegamento tra estrogeni e l’aumento di peso in menopausa. Durante la menopausa, i livelli di tutti gli ormoni tendono a diminuire, compresi gli estrogeni e il progesterone. In genere si pensa che l’aumento dell’estrogeno comporti aumento di peso, ma in realtà ciò che conta è il rapporto tra estrogeni e progesterone.

Mentre i livelli di estrogeni diminuiscono durante la menopausa, se i livelli di progesterone tendono comunque a diminuire, si avrà una dominanza di estrogeni. In questo caso ci sarà una aumento delle fasce di grasso intorno all’addome e ai fianchi. E non bisogna sorprendersi del fatto che molte donne abbiano un rapporto sfavorevole a vantaggio dell’estrogeno. Un altro fattore che contribuisce a una predominanza degli estrogeni è di tipo ambientale: pesticidi, ormoni di origine animale, plastiche, cosmetici sono considerate come interferenti endocrini.

Come bilanciare gli estrogeni per perdere peso

Per mantenere il giusto rapporto tra estrogeni e progesterone è fondamentale correggere la dieta, che incidentalmente favorisce la perdita di peso. Anzitutto dando spazio alle verdure, da mangiare ogni giorno, grazie all’azione purificante delle fibre,. Inserire un po’ di verdura, meno di 50 grammi al giorno, già ha un impatto benefico nell’abbassare i valori.

In secondo luogo bisogna ridurre l’apporto delle carni rosse come maiale e manzo, a vantaggio di carni bianche. bisogna ridurre anche lo zucchero, soprattutto quello presente nei cibi confezionati. Questi sono processati in modo da durare a lungo e per mantenersi freschi e avere un sapore attraente vengono arricchiti di zuccheri e conservanti chimici.

Anche fare esercizio quotidiano aiuta a promuovere un allineamento dei valori.

Cortisolo

Conosciuto come orme dello stress, il cortisolo è un ormone importantissimo. Purtroppo però nella vita quotidiana gli elementi di stress sono tanti, che inducono la continua produzione di questo ormone. Secondo svariati studi, l’eccesso di cortisolo aumenta il rischio di contrarre malattie cardiache, nonché di aumentare il grasso viscerale all’interno degli organi presenti nell’addome.

Come bilanciare il cortisolo per perdere peso

Grossa enfasi è posta, a parole, sull’eliminazione dello stress. Ma come aiutarsi in queste situazioni, quando si ha a che fare comunque con delle fonti di preoccupazione quotidiana? Il consiglio è di svegliarsi lentamente, magari preferendo il the al caffè. Se non potete farne a meno, il caffè può essere preso più tardi.

Se possibile cercate di rilassarvi, magari frequentando dei corsi – o imparando da autodidatta – di meditazione. A livello di alimentazione, incrementate l’assunzione di alimenti ricchi di magnesio o di vitamina B. Molte bustine di integratori contengono questi elementi, potete pensare a un supplemento per qualche settimana. Infine provate a dormire meglio: eliminate tutte le fonti di disturbo, come troppa luce in camera e l’utilizzo dei cellulari.

La leptina

Prodotta dalle cellule del grasso presenti nel nostro copro, ha una funziona primaria, in quanto comunica al nostro cervello, tramite l’ipotalamo, il senso di sazietà. La dieta moderna è carica di zuccheri, particolarmente di fruttosio, presente praticamente ovunque. Quando si introduce troppo fruttosio, che dovrebbe essere consumato rapidamente, in quanto fonte accessibile di energia a basso costo, si aumentano indirettamente le riserve di grasso. Alla fine il corpo, abituandosi a questo tipo di alimentazione, potrebbe diventare resistente alla leptina, non comunicando adeguatamente il senso di sazietà.

Per bilanciare la leptina e migliorare le chance di perdere peso è necessario dormire bene e almeno 8 ore la notte. Quando non si dorme bene, ci si sveglia con un senso di fame maggiore dell’effettivo bisogno, a causa dei bassi livelli di leptina. La privazione del sonno aumenta il bisogno di mangiare grassi e carboidrati (zuccheri), al mattino. Migliorare l’alimentazione assumendo cibi ricchi di acidi grassi come gli Omega 3 (semi di chia, carni grasse, pesce). Eliminare progressivamente lo zucchero, assumendolo preferibilmente da fonti naturali come la frutta. Fare movimento fisico ogni giorno.

Insulina

L’insulina è un ormone creato dal pancreas e aiuta a regolare il glucosio (zucchero nel sangue) nel corpo. Se siete in sovrappeso o tendete ad accumulare rotoli di grasso viscerale nell’addome, vuol dire che avete problemi nella regolazione dell’insulina. Se assumete troppi zuccheri durante la giornata, stimolate il rilascio di insulina allo scopo di ripulire il sangue dalla presenza di troppi zuccheri. L’insulina si comporta da magazziniere: conserva lo zucchero inutilizzato e lo trasforma in grasso. Per questo motivo per dimagrire velocemente è sufficiente tagliare drasticamente gli zuccheri ancor prima dei grassi.

Per regolarsi al meglio, evitando di diventare insulino-resistente è necessario:

  • Ottenere proteine a sufficienza ad ogni pasto
  • Mangiare pasti più piccoli (e sani) più spesso
  • Mangiare carboidrati a basso tasso glicemico (frutta, fagioli, verdure)
  • Eliminazione degli zuccheri aggiunti dalla dieta

La linea di fondo è questa: se avete lottato per perdere peso ma non riuscite a capire cosa state sbagliando, i vostri ormoni possono essere la colpa. Regolate la dieta in modo da favorire un corretto bilanciamento ormonale.

No Comments, Be The First!

Your email address will not be published.